Peperoni  ripieni gratinati completamente Vegan 

Ciao Cuochini e cuochesse…

Ecco una  ricettina fresca di serata… di cui sono rimasta immensamente soddisfatta .. Mirco a fine cena mi ha pure chiesto dove ero stata a comprare la carne :/ che potrebbe essere anche un complimento che ne so.. 🙂  no???

INGREDIENTI

  • 6 peperoni Bio maturi
  • 1 cipolla Bio o uno scalogno
  • 5-6 pomodori Bio maturi mediamente  grandi
  • 1  scatola di ceci già  lessati (circa 170gr)
  • Due bicchieri di pangrattato  (circa.. io ho fatto ad occhio)
  • Sale (e pepe  facoltativo.. io non l ho messo)
  • Origano, erba cipollina, noce moscata
  • Olio Bio extravergine  (un po’ 😛 )

COME SI FANNO

Accendere il forno statico a 220 °C e lasciare riscaldare  bene.

Mettere a bollire un pentolino con acqua e portare a bollore. Quando bolle mettete i pomodori e alla ripresa del bollore spegnere immediatamente. Versare i pomodori in colino e freddarli con acqua corrente. Mettere nel frullatore la cipolla e i ceci ben lavati dall’acqua  di confezionamento. Frullare bene. . Se troppo sodo aggiungere un cucchiaio di olio.  Mettere da parte in una ciotola capiente. Pelare i pomodori fredda ti è provarlo dei semi e degli eventuali fiacco verdi interni.  Mettere i pomodoro nel frullatore  e frullati bene. Aggiungere il pomodoro ai ceci e mescolare.. mettere le spezie ed aggiustare di sale.. mettere un po di olio e assodato con il pangrattato.

Lavare bene i peperoni  e tagliarli nel senso della lunghezza  a metà : privarli dei semi e dei filamanti bianchi.  Fare dei buchi con una forchetta.

Mettere un foglio di carta da forno in una leccarda e appoggiare i peperoni passando sopra un filo d’olio ;  riempire i peperoni  a barchetta con il composto preparato.. passare un altro filo d’olio  e spolverare  con un altro pizzico di pangrattato e infornare nel ripiano in basso del forno lasciando la temperatura  ma girando se l avete alla modalità  ventilata.

Cuocere  per circa 20-25 minuti.. buono gnam gnam 🙂
Papina

Annunci

Avena con ceci e carote

Salve cuochine e cuochessini!!!

oggi vi faccio vedere una ricetta buonissima con l’avena, che non avevo mai mangiato, e che invece mi ha stupito moltissimo.. tanto che poi l’ho rifatta varie volte! i miei ingredienti sono per due persone come piatto unico…

avena ceci carote

cosa serve

  • 200 gr di avena biologica
  • 250 gr di ceci già cotti ( si lo so.. sono pigra!!!)
  • 2 cipolle medie (circa 200 gr)
  • 2 carote  (circa 100 grammi)
  • olio Extravergine d’Oliva
  • 1 rametto di rosmarino bio (dell’orto… nel mio caso del balcone)

Utensili da sporcare

  • pentola per lessare l’avena
  • padella capiente- wok
  • palettine di legno- scolapasta

come si fa

Si mette la pentola nel fornello con dell’ acqua e un pizzico di sale, si aspetta il bollore e si mette  giù l’avena e si fa cuocere per 20 minuti (devo provare a vedere in pentola a pressione!) .. intanto si affettano sottilmente le cipolle e si fanno rosolare  in una padella con dell’olio.. poi si aggiungono le carote fatte a fettine (io uso l’utensile per fare le scaglie di parmigiano! è fantastico) e poi  si mette a rosolare con le carote anche il rametto di rosmarino! si lavano bene i ceci dall’acqua del barattolo in cui erano, nello scolapasta sotto l’acqua corrente, e quando sono un po’ andare le carote si aggiungono i ceci.  Si scola l’avena , lasciando mezzo bicchiere di liquido, e si mescola tutto insieme nella padella aggiungendo l’acqua che non abbiamo buttato via.. si lasciano andare gli ingredienti tutti insieme fino al completo assorbimento dell’acqua e poi si serve!!!! davvero  un piatto delizioso!!! buon appetito!!! 😛

la vostra pazza sperimentatrice Papina

Farro in festa con asparagi, porro e pomodori secchi

Ciao cuochesse e cuochessini!!!

questo piatto è La Primavera in festa!!! Farro asparagi porro  pomodori secchi

useremo i porri.. i vecchi nonni dell’orto… che hanno resistito alle fredde notti invernali. alle gelate e hanno visto stellate straordinarie e cristalli di brina….

porri

e gli asparagi.. i giovai figli dell’orto.. appena spuntati, freschi e teneri…  signori assoluti della primavera!!!

asparagi bio

per me vale come piatto unico, e le dosi si riferiscono a 2 porzioni:

cosa serve

  • 200 g di farro bio da lessare
  • 1 porro bio
  • 4 pomodorini secchi
  • 1 cucchiaino di capperi dissalati
  • 1/2 mazzo di asparagi (dell’orto)- tipo un pugnetto ^__*
  • grana padano da grattare

come si procede

  • Pulire gli asparagi e dividerli spezzettandoli con le mani dalla punta al fusto.. quando si romperanno male e diverranno un pò legnosi, metterli da parte.
  • lessare per 25 minuti il farro in acqua bollente, con la parte dura del fusto degli asparagi.
  • Saltare in 2 cucchiai d’olio EVO il porro a rondelle coi capperi dissalati, unire gli asparagi e 2 mestolini di acqua del farro. unire i pomodorini secchi fatti piccoli a coltello, insieme al porro e agli asparagi.
  • scolare il farro cotto insieme ai gambi e mescolare tutto con gli altri asparagi. saltare bene in padella per amalgamare il tutto e servire con una grattata di Grana Padano.

buon appetito!!!! 😛

la vostra Papina!

:* smuakkeveeeeeeeeeeee

Rotolo veg con verdure spadellate

Ciao A tutti cuochini e cuochessine!!!

oggi vi faccio vedere una ricetta  che è davvero facilissima da fare e oltre a farvi fare un figurone.. sarà anche una cosa salutare!!!

è un rotolo VEGAN quindi senza uova, ne burro, con la besciamella vegan di cui vi ho fatto il post…

Rotolo veg con verdure spadellate

Ingredienti per 2 persone:

  • 12 cucchiai ben abbondanti di farina di ceci
  • acqua quanta ne serve
  • 4 patate
  • 2 carote
  • 1 cespo di insalata belga
  • 2 gambi di sedano
  • un cucchiao di capperi dissalati
  • una dose piccola della besciamella vegan
  • olio extra vergine d’oliva bio

COME SI FA

si lavano le verdure e si fanno a dadini di circa un cm.. si fanno rosolare in padella senza farle cuocere troppo.

dadolata verdure

si prende la farina di ceci e aggiungendo l’acqua a filo formiamo una pastella. salare e pepare a piacere.

pastella farina di ceci

mettere a scaldare una piastra da piadine/crepes.

io sconsiglio fortemente di assaggiare suddetto intruglio da crudo per vedere se sta bene di sale.. piuttosto cuocerne mezzo cucchiaio sulla piastra una volta calda… ma da cruda la farina di ceci ha un sapore che brrrrrrr :/

cuocere due “cecio-piade” sulla piastra fino a che sono belle dorate da entrambi i lati

piadina farina cecipiadina farina ceci cotta

cospargere due cucchiai abbondanti di besciamella su ciascuna piadina poi mettere sopra le verdure e arrotolare con cura

rotolo farina ceci

mettere  la restante besciamella sopra e gratinare leggermente in forno

rotolo farina ceci besciamella veg

servire la piadina  su un letto di insalata fresca e le rimanenti verdure

rotoplo veg farina ceci e dadolata verdure

buon appetito dalla vostra Papina

:* smuakkeve

involtini VEG di verza.. con “macinato” di verza

Ciao cuochine e cuochessini!!!

non sono sparita… anzi…  ho avuto un periodo creativo…  anche se ho pubblicato poco!!

oggi faremo questi semplicissimi involtini!

IMG_0085

siamo stati con il Bobo in uno punto vendita vicino casa mia di quelli a KM 0 si chiama Orto di Casa Vaiano … io non c’ero mai stata prima, perchè abbiamo un orto da noi e quindi sono poche le verdure che compriamo.. ma quest’anno che ha piovuto sempre, non ci abbiamo mangiato gran che e siamo stati costretti a comprare… la cosa che mi ha colpito è che ti colgono le verdure li per li… e quando letti in macchina la busta il profumo dei gioielli che ha dentro ti riempiono la macchina.. l’ odore della beatitudine… inoltre l’altra cosa che mi ha piacevolmente colpito è stata la presenza delle foglie mangiucchiate dalle lumache, sintomo  che la verdura è davvero Bio e non vengono davvero usati pesticidi chimici!   inoltre  invito TUTTI ad andare a comprare le verdure nei punti vendita a Km 0.. per dare i propri soldi direttamente a chi accudisce con amore e mestiere la verdura che andremo a mangiare.. perchè è biologica davvero e non come quella nelle buste dove bio sono sole tre lettere stampate.. e perchè…cavolo…. il sapore è tutta n’altra cosa.. : P

IMG_0077IMG_0078

questa è una ricetta per “casi disperati”.. cioè quando le idee sono rimaste a dormire ma abbiamo comunque voglia di qualcosa di facile rapido e gustoso!

utensili

  • 1 vaporiera
  • 1 coltello
  • 1 spazzolino per  mondare la verdura
  • tagliere di legno e mezzaluna
  • 4 stuzzicadenti piccoli

ricetta per 2 persone

  • 4 foglie di verza gradi (esterne)
  • 8 foglie di verza più interne
  • 4 cucchiai di pan grattato (frullando il pane che abbiamo in casa di due giorni prima)
  • un cucchiaio di capperi sotto sale
  • Olio EVO qb

come si fa

si mettono i capperi a dissalare in un bicchiere con acqua fredda del rubinetto

si prendono le foglie grandi  della verza e dopo averle lavate aiutandoci con uno spazzolino (e non sprecando troppa acqua!) si pareggia la lo spessore della costola con un coltello  e si mettono nella pentola a far scottare  un paio di minuti.. si tirano su e si fanno freddare.. con queste faremo l’esterno degli involtini…  l’acqua non si butta

IMG_0079

nella stessa acqua si mettono a cuocere le altre foglie per il “macinato” , sempre pareggiando la costola con il coltello, e dopo qualche minuto di scolano bene strizzandole con le mani .. si tiene l’acqua e sopra si mette il cestello della vaporiera

IMG_0080

si aggiungono i capperi dissalati alle foglie e si fa un trito fine con la mezzaluna

si aggiunge il pan grattato e l’olio EVO  fono ad ottenere un composto morbido da sgranelloso…

IMG_0082

si confezionano gli involtini  mettendo il ripieno nelle foglie di verza e si chiude con lo stecchino.. si mette tutto nella vaporiera  a portare tutto alla stessa temperatura!!!  io non ho messo sale perchè non ne uso quasi mai.. al limite metto una goccia di salsa di soia..  e i capperi sono già salati… ma solendo potete condire il ripieno!

IMG_0083

io li ho messi in un piatto con un pò di ripieno croccante freddo!!!

IMG_0087

buon appetito!!!

pensa verde, mangia bio.. e continua a cucinare con Papina!!!  :* smuakkeve!!!!

Peperoni a barchetta con macinato magro

Ciao cuochessine e cuochini!!!

nonostante il mio personale interessamento e avvicinamento alla “cultura Vegana” diciamo così.. avevo questa ricetta preparata per l’altro blog.. ma poi non è stata pubblicata…  ma mi sembrava carino pubblicarla comunque qui,  per dare un idea!!! questo per me è un piatto unico, per il mio modo di mangiare, ma nulla vieta di accompagnarlo a pasta o ad altre pietanze!

oggi andiamo con una delle pochissime carni che mangio,il  macinato,  ma deve essere ricavato solo da carni magrissime e devono passarmelo 2 volte sotto i miei occhi; inoltre è  un ingrediente molto versatile e anche di emergenza stretta, infatti qui a  casa lo teniamo o per fare qualcosa al volo, o per rimediare  con un piatto che piace a tutti quando non vengono in mente altre pietanze da cucinare!

la ricetta che propongo è quella dei peperoni ripieni  appunto… con il macinato!!!
se riuscite a prendere dei seri peperioni bio con una polpa bella soda sarebbe meglio!!! io ho usato gli ultimi del mio orto :)))

io ho fatto questa preparazione in una pentola di quelle con il tappo in vetro, per lunghe cotture, ma sono stra buoni pure in forno!!!

DSC_0071

INGREDIENTI (per 3 persone)

  • 4 peperoni sodi (il colore che preferite o misti!)
  • 300 gr di macinato di magro di vitello  (quantità da regolare in base a quanti peperoni fate e a quante persone ci sono a mangiare)
  • 4 cucchiai di pangrattato (io frullo quello comune che metto a seccare in fettine sottili)
  • 4 o 5 cucchiai di passata di pomodoro (non conserva ma passata)
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • 4 foglie di basilico
  • un rametto di maggiorana ( o origano) fresca
  • olio bio extravergine d’Oliva
  • sale e pepe e volendo noce moscata a piacere

come si procede

si lavano e si spaccano per il senso della lunghezza i peperoni….

io ne ho spaccati due e gli altri li ho fatti a striscioline piccole..

  DSC_0057 DSC_0059

il trucco di questa ricetta molto semplice, sta nell’insaporire bene e lavorare il macinato in modo da mantenere il tutto morbido

per prima cosa io metto il macinato in una ciotola, ci metto tutta la passata di pomodoro e un cucchiaio di olio e mescolo bene aiutandomi con una forchetta!!!

io non metto uova.. già qui si parla di cucinare la carne e l’uovo secondo me prenderebbe tutta per se la scena del gusto e darebbe una consistenza più compatta e dura al ripieno, invece a me piace che rimanga bello morbido anche dopo la cottura, è per questo che metto la passata di pomodoro!!!!

una volta aggiunti gli ingredienti liquidi, metto il pan grattato, avendo cura di non eccedere e non fare un pastone!!!

DSC_0062

a questo punto faccio un bel trito a coltello o con la mezzaluna delle erbe aromatiche (prezzemolo basilico e maggiorana) e lo mescolo al macinato, aggiungo sale e pepe a piacere.. io sono molto criticata perché cucino con pochissimo sale (la regia mi suggerisce “da ospedale”) .. se piace si può mettere una “grattata” di noce moscata!

vado a riempire i miei peperoni (uno l’ho aggiuntato con gli stecchini che aveva una macchia che ho  buttato)

DSC_0064

ora metto 2 cucchiai di olio EVO e 3 cucchiai di acqua e faccio andare un pò i miei peperoni a striscioline  in una bella pentola.. poi metto il coperchio…

DSC_0065

quando sono già un pò ammorbiditi ci metto sopra i peperoni ripieni, aggiungo un altro cucchiaio (o 2) di acqua e lascio cuocere bene!

DSC_0069

pure nella pentola è possibile ottenere un certo grado di rosolatura, che certo non sarà mai il grill del forno, ma è sempre soddisfacente!!!

DSC_0070

…………..BUON APPETITO!!! 😛

e nulla…se li provate fatemi sapere.. soprattutto se siete sempre stati abituati a mettere l’uovo con la carne…  e provate a metterci il pomodoro…  fatemi sapere l’impressione generale…c’è Mirco.. il mio More che ama tantissimo questo piatto.. proprio la forma oltre al gusto.. e dice che i peperoni così sdraiati si cuociono meglio rispetto al taglio tradizionale, che li vede privati del picciolo e “in piedi”.. che pazzo :))))))))))))))

un bacione grande e…  VOI COME LO CUCINATE IL MACINATO!??!?!

:* smuakkeve.. la Vostra Papina

Torta salata Cuor di Patata

Questa è un’altra delle ricette che avevo pubblicato nell’altro blog…la rimetto pure qui, più per cercare di dare uno spunto creativo, che per altro, dato che ci sono le zucchine e andrebbe fatta quando le zucchine sono di stagione!! ma credo che adesso che ancora si trovano le zucche  arnacioni, si potrebbe benissimo sostituire la zucchina con la polpa di zucca gialla cubettata fine  che faremo saltare in padella!!!

IMG_3751

Questa  inoltre è una ricettina “RISOLUTRICE” quando avete zero idee.. molto facile e che farà felice tutti quanti.. non ho scritto VELOCE perchè le patate van lessate!!! potete optare anche per l’uso della Pentola a pressione, utensile che io stra amo ma al momento della realizzazione di questa ricetta era usata da mamma 😛
INGREDIENTI

 IMG_3740[4] - Copia

  • 1 rotolo di pasta sfoglia già pronta di forma rotonda
  • 1 crescenza da 165 gr
  • 3 zucchine
  • 3 patate rosse o novelle a pasta gialla
  • 4 fette di prosciutto cotto magrissimo ( facoltativo!)
  • erba cipollina essiccata a piacere!

COME SI FA
Si mettono a cuocere le patate per prima cosa, o su una pentola  con un pò d’olio  aggiungendo acqua calda come ho fatto io.. o lessate nella pentola a pressione o ricicliamo quelle lesse avanzate 😛
IMG_3741
facciamo le zucchine a fette cercando di essere un po precise per farle tutte uguali di spessore e le mettiamo a cuocere leggermente su un padellino ma queste faranno prestissimo!

IMG_3743
si mette la pasta sfoglia in una teglia rotonda facendo un pò attenzione per non romperla e si bucherella tutta con una forchetta!
IMG_3746[2]

si fa uno strato con tutte le patate cotte e se vi piace le potete spolverare con l’erba cipollina essiccata e si aggiungono alcuni pezzetti della crescenza

IMG_3747[3]

e se avete optato per metterlo, mettete i 2/3  (due terzi) del prosciutto cotto adesso..

IMG_3748[1]

a questo punto si metton le zucchine la rimanente crescenza e il prosciutto cotto, e si chiudono i bordi della torta verso l’interno!
in forno ventilato  a 170 °C per 15 minuti.. a me piace molto gratinata ma potete farla anche meno cotta sopra!!…et voilà!

IMG_3751
buon appetito dalla vostra Papina!!! smuakkeveeee :*