tzatziki

ciao cuochini e cuochessine!

sono tornata dopo una vita…

ricetta super estiva.. super velkoce… provatela con crakers intergali di pasta madre o anche nei veg burger!!! 😛 mmmmmmmmmm

tzaziki

INGREDIENTI

  • 1 cetriolo bio
  • 1 vasetto di yogurt GRECO bianco (circa 17o gr)
  • 1 spicchio di aglio rosso bio
  • sale
  • (pepe facoltativo)

 

COME SI FA

frullare il cetriolo con la buccia in un frullatore,  insieme allo spicchietto d’aglio….scolare un po’ l’eventuale acquetta che ne esce.   mescolare in una ciotolina il cetriolo frullato, lo yogurt  e aggiustare con il sale senza esagerare. mettere una mezz’oretta in frigo e servire ben freddo girando bene prima di servire!

buono gnam gnam!! 😛

Papina

Besciamella VEG senza burro e senza Roux

Ciao A tutti cuochini e cuochessine!!!

incredibile ma vero!! sto ancora in mezzo a voi!!! se avete avuto piacere di mettere il like avrete visto che la pagina fb è stata viva in tutto questo tempo!!!

oggi vi do una ricetta che non è manco mia è di Elisabetta de Il goloso Mangiar sano per fare la besciamella senza burro e senza roux..quindi che non vi farà uscire matti perchè fa i grumi… 😛

Besciamella VEGAN

DOSE NORMALE

  • 100 g  di farina 0 setacciata
  • 500 ml di latte di soia
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • sale un pizzichino
  • noce moscata grattugiata a piacere

DOSE PICCOLA

  • 50 g di farina 0 setacciata
  • 250 ml di latte di soia
  • 1 cucchiaio di olio di semi  ( o 2 piccoli)
  • un pizzichino di sale
  • noce moscata a piacere

Si prende un pentolino e si mescolano tutti gli ingredienti, molto bene, con una frusta.

si mette sul fuoco fino a diventare cremosa.

l’olio si può mettere anche a metà prima della cottura  e metà quando si è rappresa.

buona gratinatura a tutti!!! :*  smuakkeve!

la vostra.. ritornata.. Papina

di chiacchiere…Vegan e non… e maionese…

Ciao a tutti e buon anno!!!!

pure io mi sono abbuffata di grassi per le feste e pure io  come credo la maggior parte di voi sono stata sballottata qua e la su e giù a mangiare a vedere amici eccetera ed è stato bellissimo.. solo che io sto quasi sempre a casa e alla fine ero stanchissima e ovviamente come tutte le volte la stanchezza ha fatto si che mi ammalassi e beccassi uno di quei raffreddori madornali… e quindi è un pezzo che non mi cimento in piatti  nuovi da sperimentare…

ho provato però la MAIONESE VEG da questo stupendo post della RAVANELLA  ed è venuta spaziale!!! 😛

mayo veg

che  come vedete abbiamo spazzolato in 25 nanosecondi..  a Mirco è’ piaciuta da morire a abbiamo fatto già 2 volte (avevamo dei sofficini nel congelatore e credo che adesso che li abbiamo finiti non li ricomprerò più di questi già pronti!!)

  • 50 ml di latte (io avevo quello normale intero ma per farla veg ci andrebbe messo di soya al naturale)
  • 210 ml di olio si semi di girasole (io ho messo quello per friggere!)
  • un pizzico di sale
  • una puntina di curcuma (per farla venire giallina)
  • 3 gocce di limone

si mette nel Baker  o becker o come diavolo si  chiama il bicchierone alto del frullatore ad immersione… il latte.. e si inizia a frullare.. si cola a filo con l’altra mano  l’olio di semi ( i sono riuscita io che sono fortemente disprassica quindi è fattibile a tutti!).. rimane tutto molliccio per un pò.. finche tòh.. ad un certo punto il tutto si solidifica e avrete la maionese, semplicemente perfetta!

a sto punto unite il sale, perchè non sa di nulla… mettete le gocce di limone e  la curcuma, o il curry o quel che volete per dargli un  colore e un minimo di gusto 😛 e buon appetito!!!!

parto da una ricetta, una salsa che amo  e che mi piace mangiare con il fritto,  per  tutto un mio “pippone mentale” sulle UOVA.. che io uso biologiche, fatte dalle galline del mio pollaio.. ma che altrimenti non mangerei se le dovessi comprare al super.. ed è questo che mi ha portato ad avvicinarmi a tutti i blog vegani che attualmente seguo e che mi stanno dando spunti incredibili di cose mai provate…

ho tanta curiosità rispetto ad una cosa e io confido nella pazienza vostra, se avrete voglia di leggermi e di rispondermi!!!

la cosa che non proprio non capisco di chi decide per la svolta vegan o anche “solo” vegetariana.. è questa continua ricerca di SIMILI… di “dupe” mi viene da dire.. di alimenti che si è scelto (perchè qui mi par di capire che di scelta si tratta!) di non mangiare più…  e non lo dico con fare aggressivo credetemi…. ma per una sincera curiosità…

cioè decidi di diventare vegana.. è ovvio che il parmigiano ti diventa un alimento da escludere dalla dieta che ti sei autoscelta o autoimposta di seguire.. quindi hai tempo a frullare mandorle.. si, colorano di bianco… ma non prendiamoci in giro.. è un illusione ottica… e solo quella… perchè il gusto in bocca e la consistenza stessa è un altra cosa…

quello che non capisco veramente è questa ricerca di cose che assomiglino quanto più alla carne,  come i burgher di soia…  quando si è scelto di non mangiarne più…   ( bistecchine di soia in foto)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

fondamentalmente io mangio carne (poca e solo determinate cose) per non gravare nei miei che se cambiassi alimentazione dovrebbero spendere altri soldi in più e cucinare altre pietanze, quindi altra pentola, ecc e quindi per non aumentare i consumi… la carne si mangia tutti… si cucina una cosa sola e via…  ma a me la carne non piace… è questo il punto fondamentale.. tra una bistecca e un tortino di verdure, qualunque verdura… io sceglierei il tortino…

per non parlare del ragù… mi viene da rimettere anche a vederlo nei  vasetti…  quando i miei lo mangiano… io cerco sempre di guadare altrove..  quindi  non mi sognerei mai di mangiare una pasta con ragù di seitan per capirci 😛 perchè mi ricorderebbe troppo quello che proprio non tollero manco di guardarlo…  😦

ecco….ho bisogno di capire il perchè, se uno sceglie di non mangiare una certa cosa, ha bisogno di trovarne il sostituto vegetale.. quanto più simile possibile 🙂

se io diventassi vegetariana.. al di la del proprio credere etico e morale.. con cosa potrei sostituire le mie amate vongole, come sapore e  come gusto in bocca?!?!? come versatilità?!?!?!?!

da onnivora secondo me la cosa “meno credibile” è questa continua ricerca di surrogati simili e la mancanza forse di una vera e forte identità culinaria del vegetarianismo…

ma…voglio dire.. parlo con il cuore in mano e non con astio…  la mia vuol essere una critica costruttiva…

tra l’altro sta cosa l’ha ammessa anche il mio idolo del momento in cucina… che è Simone Salvini…  ❤

da IBS mi sono ordinata due libri di cucina:

copertina2  piccola-pasticceria-naturale-oltre-90-ricette-per-preparare-pasticcini-golosissimi-sostituendo-lo-z_37992  foto dal web

e altri 2 libri di narrativa e adesso non vedo l’ora che arrivino!!!!!

ho voglia di cose nuove, sapori nuovi, abbinamenti inediti e mai provati.. dopo 30 a mangiare le stesse 3 cosine in croce.,.. basta 😛

un bacione e confido nei vostri commenti!!!! :* smuakkeve…  Papina

CREMA PASTICCERA facile

Questa ricetta  è collaudatissima!!

ce l’ho da incalcolabili anni, grazie ad Elisa, che è stata la mia migliore amica di infanzia, e  vi farà fare un super figurone, perché vi verrà  bella liscia e soda.. e vi sentirete un pò pasticceri pure voi!! è facilissima da fare!!!

IMG_6390 - Copia

io vi metto 3 dosi, ma è la stessa ricetta divisa, nel senso che vengono tutte facendo la proporzione degli ingredienti e si possono usare a secondo delle grandezze delle cose da ripienare:  la dose da 3 uova va per ripienare dolci grandi, le altre per quelli piccoli e quella da 1 uovo per poche tartine di frutta!

  • 3 uova intere (possibilmente bio)
  • 75 gr di Farina
  • 150 gr di Zucchero
  • 500 ml di latte (mezzo litro)

Procedimento

Si mette il latte a bollire in una pentola antiaderente. In una ciotola si mescolano con una frusta sbattendo molto bene le uova con lo zucchero e poi aggiungiamo la farina setacciata e 2 cucchiai di latte tiepido (ma non caldo!) prendendolo da quello messo a bollire!

Far bollire il latte fino che non farà la schiuma,abbassare la fiamma e  togliere il cielo (quella patina che si formerà sopra) con un cucchiaio facendo attenzione a non bruciarsi!

adesso coliamo a filo nel latte il nostro impasto, continuando a girare con la frusta (che sia di silicone, altrimenti si graffia la pentola o.O), si riporta a bollore e manco 2 minuti che avremo una crema bellissima, liscia e setosa, da veri pasticceri!!!

a piacere, si può aggiungere, per insaporire la crema, la buccia grattugiata di mezzo limone, o di mezzo arancio, o si possono mettere nel latte a bollire, una bacca di vaniglia, mezza stecca di cannella, o 5-7 chicchi di favetta di caffè!

adesso andiamo con le dosi ridotte: il procedimento rimane invariato!

dose per un dolcino piccolo (18 cm di diametro) o 15 –20 bignè:

  • 2 uova intere (bio)
  • 50 gr di Farina
  • 100 gr di Zucchero
  • 334 ml di latte

dose per 6-8 tartine o crostatine di frutta, o per una merenda o per assaggiare se vi piace e se vi viene bene

  • 1 uovo intero (bio)
  • 25 gr di Farina
  • 50 gr di Zucchero
  • 167  ml di latte

fatemi sapere se la provate e se vi viene bene !!! buona crema a tutti!!!  baciotto :* smuakkeve!

la vostra Papina

Besciamella

Questa ricetta l’ho presa da un vecchio TU (la rivista)  troppi anni fa… facevo ancora le superiori!!!

ne vengono circa 600 grammi e è una dose che a me basta per una teglia di pasta al forno o per gratinare delle verdure.. se vedere che è poca potete raddoppiare le dosi o fare le dovute proporzioni per diminuirla se ve ne servono un paio di cucchiai o poco più!

  • 50 gr di Burro
  • 50 gr di Farina
  • 500 ml (mezzo litro) di latte – io uso il Grifo intero
  • sale
  • noce moscata (intera da grattugiare!)

si fa fondere a fiamma bassissima il burro in un tegame antiaderente con un cucchiaio  o due, di latte. Quando il burro è sciolto, mescolarci la farina con un cucchiaio di legno e far cuocere mescolando di continuo per  circa 5 minuti. Scaldare il latte in un pentolino senza farlo bollire.  Aggiungere il latte caldo, a poco a poco, mescolando. Cuocere circa 10 minuti.  è pronta quando comincia ad addensarsi.

Togliere dal fuoco e aggiungere il sale e la noce moscata grattugiata.

besciamella

buona “gratinatura” a tutti!!!  😛

la vostra Papina