Peperoni  ripieni gratinati completamente Vegan 

Ciao Cuochini e cuochesse…

Ecco una  ricettina fresca di serata… di cui sono rimasta immensamente soddisfatta .. Mirco a fine cena mi ha pure chiesto dove ero stata a comprare la carne :/ che potrebbe essere anche un complimento che ne so.. 🙂  no???

INGREDIENTI

  • 6 peperoni Bio maturi
  • 1 cipolla Bio o uno scalogno
  • 5-6 pomodori Bio maturi mediamente  grandi
  • 1  scatola di ceci già  lessati (circa 170gr)
  • Due bicchieri di pangrattato  (circa.. io ho fatto ad occhio)
  • Sale (e pepe  facoltativo.. io non l ho messo)
  • Origano, erba cipollina, noce moscata
  • Olio Bio extravergine  (un po’ 😛 )

COME SI FANNO

Accendere il forno statico a 220 °C e lasciare riscaldare  bene.

Mettere a bollire un pentolino con acqua e portare a bollore. Quando bolle mettete i pomodori e alla ripresa del bollore spegnere immediatamente. Versare i pomodori in colino e freddarli con acqua corrente. Mettere nel frullatore la cipolla e i ceci ben lavati dall’acqua  di confezionamento. Frullare bene. . Se troppo sodo aggiungere un cucchiaio di olio.  Mettere da parte in una ciotola capiente. Pelare i pomodori fredda ti è provarlo dei semi e degli eventuali fiacco verdi interni.  Mettere i pomodoro nel frullatore  e frullati bene. Aggiungere il pomodoro ai ceci e mescolare.. mettere le spezie ed aggiustare di sale.. mettere un po di olio e assodato con il pangrattato.

Lavare bene i peperoni  e tagliarli nel senso della lunghezza  a metà : privarli dei semi e dei filamanti bianchi.  Fare dei buchi con una forchetta.

Mettere un foglio di carta da forno in una leccarda e appoggiare i peperoni passando sopra un filo d’olio ;  riempire i peperoni  a barchetta con il composto preparato.. passare un altro filo d’olio  e spolverare  con un altro pizzico di pangrattato e infornare nel ripiano in basso del forno lasciando la temperatura  ma girando se l avete alla modalità  ventilata.

Cuocere  per circa 20-25 minuti.. buono gnam gnam 🙂
Papina

involtini VEG di verza.. con “macinato” di verza

Ciao cuochine e cuochessini!!!

non sono sparita… anzi…  ho avuto un periodo creativo…  anche se ho pubblicato poco!!

oggi faremo questi semplicissimi involtini!

IMG_0085

siamo stati con il Bobo in uno punto vendita vicino casa mia di quelli a KM 0 si chiama Orto di Casa Vaiano … io non c’ero mai stata prima, perchè abbiamo un orto da noi e quindi sono poche le verdure che compriamo.. ma quest’anno che ha piovuto sempre, non ci abbiamo mangiato gran che e siamo stati costretti a comprare… la cosa che mi ha colpito è che ti colgono le verdure li per li… e quando letti in macchina la busta il profumo dei gioielli che ha dentro ti riempiono la macchina.. l’ odore della beatitudine… inoltre l’altra cosa che mi ha piacevolmente colpito è stata la presenza delle foglie mangiucchiate dalle lumache, sintomo  che la verdura è davvero Bio e non vengono davvero usati pesticidi chimici!   inoltre  invito TUTTI ad andare a comprare le verdure nei punti vendita a Km 0.. per dare i propri soldi direttamente a chi accudisce con amore e mestiere la verdura che andremo a mangiare.. perchè è biologica davvero e non come quella nelle buste dove bio sono sole tre lettere stampate.. e perchè…cavolo…. il sapore è tutta n’altra cosa.. : P

IMG_0077IMG_0078

questa è una ricetta per “casi disperati”.. cioè quando le idee sono rimaste a dormire ma abbiamo comunque voglia di qualcosa di facile rapido e gustoso!

utensili

  • 1 vaporiera
  • 1 coltello
  • 1 spazzolino per  mondare la verdura
  • tagliere di legno e mezzaluna
  • 4 stuzzicadenti piccoli

ricetta per 2 persone

  • 4 foglie di verza gradi (esterne)
  • 8 foglie di verza più interne
  • 4 cucchiai di pan grattato (frullando il pane che abbiamo in casa di due giorni prima)
  • un cucchiaio di capperi sotto sale
  • Olio EVO qb

come si fa

si mettono i capperi a dissalare in un bicchiere con acqua fredda del rubinetto

si prendono le foglie grandi  della verza e dopo averle lavate aiutandoci con uno spazzolino (e non sprecando troppa acqua!) si pareggia la lo spessore della costola con un coltello  e si mettono nella pentola a far scottare  un paio di minuti.. si tirano su e si fanno freddare.. con queste faremo l’esterno degli involtini…  l’acqua non si butta

IMG_0079

nella stessa acqua si mettono a cuocere le altre foglie per il “macinato” , sempre pareggiando la costola con il coltello, e dopo qualche minuto di scolano bene strizzandole con le mani .. si tiene l’acqua e sopra si mette il cestello della vaporiera

IMG_0080

si aggiungono i capperi dissalati alle foglie e si fa un trito fine con la mezzaluna

si aggiunge il pan grattato e l’olio EVO  fono ad ottenere un composto morbido da sgranelloso…

IMG_0082

si confezionano gli involtini  mettendo il ripieno nelle foglie di verza e si chiude con lo stecchino.. si mette tutto nella vaporiera  a portare tutto alla stessa temperatura!!!  io non ho messo sale perchè non ne uso quasi mai.. al limite metto una goccia di salsa di soia..  e i capperi sono già salati… ma solendo potete condire il ripieno!

IMG_0083

io li ho messi in un piatto con un pò di ripieno croccante freddo!!!

IMG_0087

buon appetito!!!

pensa verde, mangia bio.. e continua a cucinare con Papina!!!  :* smuakkeve!!!!

Peperoni a barchetta con macinato magro

Ciao cuochessine e cuochini!!!

nonostante il mio personale interessamento e avvicinamento alla “cultura Vegana” diciamo così.. avevo questa ricetta preparata per l’altro blog.. ma poi non è stata pubblicata…  ma mi sembrava carino pubblicarla comunque qui,  per dare un idea!!! questo per me è un piatto unico, per il mio modo di mangiare, ma nulla vieta di accompagnarlo a pasta o ad altre pietanze!

oggi andiamo con una delle pochissime carni che mangio,il  macinato,  ma deve essere ricavato solo da carni magrissime e devono passarmelo 2 volte sotto i miei occhi; inoltre è  un ingrediente molto versatile e anche di emergenza stretta, infatti qui a  casa lo teniamo o per fare qualcosa al volo, o per rimediare  con un piatto che piace a tutti quando non vengono in mente altre pietanze da cucinare!

la ricetta che propongo è quella dei peperoni ripieni  appunto… con il macinato!!!
se riuscite a prendere dei seri peperioni bio con una polpa bella soda sarebbe meglio!!! io ho usato gli ultimi del mio orto :)))

io ho fatto questa preparazione in una pentola di quelle con il tappo in vetro, per lunghe cotture, ma sono stra buoni pure in forno!!!

DSC_0071

INGREDIENTI (per 3 persone)

  • 4 peperoni sodi (il colore che preferite o misti!)
  • 300 gr di macinato di magro di vitello  (quantità da regolare in base a quanti peperoni fate e a quante persone ci sono a mangiare)
  • 4 cucchiai di pangrattato (io frullo quello comune che metto a seccare in fettine sottili)
  • 4 o 5 cucchiai di passata di pomodoro (non conserva ma passata)
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • 4 foglie di basilico
  • un rametto di maggiorana ( o origano) fresca
  • olio bio extravergine d’Oliva
  • sale e pepe e volendo noce moscata a piacere

come si procede

si lavano e si spaccano per il senso della lunghezza i peperoni….

io ne ho spaccati due e gli altri li ho fatti a striscioline piccole..

  DSC_0057 DSC_0059

il trucco di questa ricetta molto semplice, sta nell’insaporire bene e lavorare il macinato in modo da mantenere il tutto morbido

per prima cosa io metto il macinato in una ciotola, ci metto tutta la passata di pomodoro e un cucchiaio di olio e mescolo bene aiutandomi con una forchetta!!!

io non metto uova.. già qui si parla di cucinare la carne e l’uovo secondo me prenderebbe tutta per se la scena del gusto e darebbe una consistenza più compatta e dura al ripieno, invece a me piace che rimanga bello morbido anche dopo la cottura, è per questo che metto la passata di pomodoro!!!!

una volta aggiunti gli ingredienti liquidi, metto il pan grattato, avendo cura di non eccedere e non fare un pastone!!!

DSC_0062

a questo punto faccio un bel trito a coltello o con la mezzaluna delle erbe aromatiche (prezzemolo basilico e maggiorana) e lo mescolo al macinato, aggiungo sale e pepe a piacere.. io sono molto criticata perché cucino con pochissimo sale (la regia mi suggerisce “da ospedale”) .. se piace si può mettere una “grattata” di noce moscata!

vado a riempire i miei peperoni (uno l’ho aggiuntato con gli stecchini che aveva una macchia che ho  buttato)

DSC_0064

ora metto 2 cucchiai di olio EVO e 3 cucchiai di acqua e faccio andare un pò i miei peperoni a striscioline  in una bella pentola.. poi metto il coperchio…

DSC_0065

quando sono già un pò ammorbiditi ci metto sopra i peperoni ripieni, aggiungo un altro cucchiaio (o 2) di acqua e lascio cuocere bene!

DSC_0069

pure nella pentola è possibile ottenere un certo grado di rosolatura, che certo non sarà mai il grill del forno, ma è sempre soddisfacente!!!

DSC_0070

…………..BUON APPETITO!!! 😛

e nulla…se li provate fatemi sapere.. soprattutto se siete sempre stati abituati a mettere l’uovo con la carne…  e provate a metterci il pomodoro…  fatemi sapere l’impressione generale…c’è Mirco.. il mio More che ama tantissimo questo piatto.. proprio la forma oltre al gusto.. e dice che i peperoni così sdraiati si cuociono meglio rispetto al taglio tradizionale, che li vede privati del picciolo e “in piedi”.. che pazzo :))))))))))))))

un bacione grande e…  VOI COME LO CUCINATE IL MACINATO!??!?!

:* smuakkeve.. la Vostra Papina